Google Earth Image - Masso Avello di Guello

Masso Avello di Guello

  • Altitudine: 595 m

Descrizione

[23 May 2023] - Testo di Davide Valsecchi, AMM Collegio Guide Alpine Lombardia (IUMLA)

Il Masso Avello di Guello è una tomba a inumazione scavata in un masso erratico di granito. Si trova in una radura erbosa a poca distanza dal sentiero che risale da Limonta verso Chevrio e Guello. L'accesso, provvisto di cartelli di indicazioni, è particolarmente semplice dalla Strada Provinciale SP41 - La vallassina.

Masso Avello di Guello

I Massi Avello

Dettaglio del Masso Avello di Guello

I massi avelli rappresentano ancora un mistero archeologico, sia per quanto riguarda la loro datazione, sia per la loro collocazione culturale. La definizione venne data nel 1872 dal canonico Vincenzo Barelli che per primo descrisse questi reperti, mentre il primo studio sistematico venne pubblicato da Alberto Magni sulla Rivista archeologica della provincia ed antica diocesi di Como. Il territorio del Triangolo Lariano è ricco di tali monumenti, considerati unici in ambito italico. Queste tombe, scavate direttamente nella roccia di un masso erratico, si presentano in maniera omogenea dal punto di vista della tecnica di lavorazione e della morfologia e misurano mediamente 185 cm di lunghezza, 80 di larghezza e 50 di profondità. Il tratto comune più evidente che caratterizza queste tombe è la loro visibilità nel paesaggio circostante. In epoche più o meno recenti sono stati profanati, spesso utilizzati per altri scopi, come lavatoi per esempio, pochissimi sono stati trovati integri in epoche recenti. Nessun oggetto è stato ritrovato al loro interno o nelle immediate vicinanze che potesse aiutare nella loro datazione. Nessuna epigrafe è presente, nessuna fonte storica ne menziona, nessuna leggenda o tradizione popolare ci può indicare un'epoca o una popolazione di riferimento.

Posizione e cartografia

OpenStreetMap - Masso Avello di Guello

Dosso Maggiore

A dispetto del nome il Dosso Maggiore è una modesta collina boscosa nella piana di Gallasco, frazione di Bellagio. Posizionato ad Est del Monte Nuvolone, oltre la valle del Torrente Perlo, non offre particolari opportunità escursionistiche né specifici sentieri per raggiungerne l’anonima cima nel bosco, tuttavia è ben visibile e riconoscibile percorrendo la rete di sentieri della piana. A breve distanza vi è la storica Chiesetta Regina Pacis.

Prosegui nell'esplorazione: continua a leggere

Versioning: Pagina creata il 23-05-2023 , ultimo aggiornamento effettuato il 23-05-2023.